Digital Marketing Culturale

Strategie digitali per la cultura

Visibilità, coinvolgimento, pubblici

Definire la strategia

Tutti noi siamo grandi utilizzatori di Internet. Reattivi, ubiqui, sempre connessi. In ogni momento c’è qualcuno in rete che sta cercando un servizio e vuole essere protagonista della sua scelta.

Per partecipare a questa nuova grande “conversazione” il digital marketing culturale ci aiuta a ripensare e rimodellare le modalità di interazione fra persone, fra istituzioni e utenti/visitatori, fra dispositivi e applicazioni.

Un percorso articolato in cui attività e strumenti non sono più elementi granulari, quasi indipendenti fra loro ma fanno riferimento ad una strategia di digital marketing culturale che disegna il quadro sinottico generale.

Dalla scelta delle “parole giuste” (keywords analisys), alla scrittura di testi che possano essere letti e compresi con facilità dai motori di ricerca e apprezzati dai nostri utenti per la loro freschezza e il tono di voce naturale, all’applicazione delle tecniche SEO, allo studio degli Analytics, solo per fare alcuni esempi. Ecco che le diverse attività concorrono ad una narrazione strutturata. Il risultato è un’immagine organica dell’istituzione culturale che si mostra come una tessitura omogenea.

Il percorso che abbiamo davanti si articola in 7 macro-fasi:
1. analisi dello scenario (interno ed esterno) e valutazione del brand
2. definizione degli obiettivi
3. individuazione dei target di riferimento (users personas)
4. scelta della strategia (outbound e inbound marketing)
5. fasi dell’inbound marketing
6. attività e strumenti correlati all’inbound
7. misurazione e analisi dei risultati.

La nostra proposta comprende le attività di consulenza necessarie per la definizione e attuazione del progetto e un percorso formativo (basato anche sui corsi della DMacademy).

L'inbound, fasi e caratteristiche

Una delle metodologie più interessanti nell’ambito delle strategia di digital marketing culturale è quella dell’Inbound marketing.

L’idea alla base dell’inbound marketing è creare le condizioni affinché il nostro potenziale utente sia attratto dalla proposta di servizi attraverso la messa a disposizione di contenuti attrattivi e pertinenti che troverà in rete nel corso delle sue ricerche.

L’obiettivo è creare le condizioni per intercettare nuovi pubblici e trasformarli in nuovi utenti della biblioteca e in visitatori digitali e fisici del museo.

Il processo si articola in 4 fasi : attirare, convertire, chiudere, deliziare (fidelizzare).

Un progetto di Inbound è quindi un sistema articolato. Strumenti e attività correlate sono declinate in modo specifico per ciascuna fase.

Inbound marketing in biblioteca

Abbiamo applicato i principi e i metodi dell’inbound marketing alle specificità del settore bibliotecario e da questo nasce il progetto INBOUND MARKETING in Biblioteca. Una proposta per tutte le biblioteche, indipendentemente dalle piattaforme  di software in uso.

La progettazione viene effettuata in base agli elementi che rendono “unica” ogni istituzione bibliotecaria:

  • ruolo della biblioteca
  • tipologia dell’utenza a cui si rivolge
  • caratteristiche del posseduto (tradizionale e digitale)

La collaborazione con i bibliotecari è strettissima, protagonisti con la loro mediazione culturale di questa nuova “conversazione” in rete.

Per approfondire, contattaci

 

Inbound marketing per i musei

E’ il progetto che si pone l’obiettivo di :

  • mettere in condizione il museo di essere più visibile nel web,
  • dialogare con l’utenza attraverso i social network,
  • trasformare il semplice visitatore del sito in un visitatore fisico del museo, sviluppando percorsi che lo traghettino dall’interesse digitale a quello reale

Per approfondire, contattaci