Informativa sul trattamento dei dati personali – Videosorveglianza

TITOLARE DEL TRATTAMENTO:

DM CULTURA S..R.L. (nel seguito, il “Titolare” o la “Società”). Il titolare può essere contattato telefonicamente al numero 064577531 oppure tramite e-mail all’indirizzo segreteriagenerale@dmcultura.it oppure tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo dm-cultura@legalmail.it

RESPONSABILE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (DPO):

È contattabile al seguente indirizzo email dpo@dmcultura.it

FINALITÀ DEL TRATTAMENTO:

Le immagini e/o video registrati dal sistema di videosorveglianza sono raccolte e trattate sulla base del legittimo interesse del Titolare, al fine di garantire la sicurezza e la tutela delle persone che accedono all’interno della struttura e dei locali e del patrimonio aziendale.

CARATTERISTICHE TECNICHE DELL’IMPIANTO:

Il sistema di videosorveglianza si compone di una rete di videocamere a circuito chiuso presenti all’esterno della sede aziendale sita in Largo Lido Duranti 1, 00128, Roma, opportunamente segnalate prima del relativo raggio d’azione mediante appositi cartelli.

Il sistema di videosorveglianza permette la raccolta continua delle immagini nonché la visualizzazione in tempo reale e l’archiviazione dei fotogrammi. Le videocamere consentono riprese video anche con scarsa illuminazione notturna. Le telecamere sono installate presso i 4 ingressi della sede aziendale su indicata.

In particolare, la gestione, la visualizzazione e lo scarico delle immagini registrate avviene tramite sistemi di videosorveglianza in locale e centralizzati.

Le immagini oggetto di registrazione sono visibili in realtime attraverso i monitor presso la Reception situata negli uffici di segreteria nonché da parte del Responsabile Interno del trattamento di videosorveglianza.

PRINCIPIO DI MINIMIZZAZIONE DEI DATI PERSONALI:

Il trattamento effettuato mediante il sistema di videosorveglianza installato avviene nel rispetto dei principi fondamentali sanciti dal Regolamento UE 2016/679, quali i principi di correttezza, pertinenza e minimizzazione dei dati, liceità, necessità, proporzionalità e limitazione delle finalità e nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità delle persone con particolare riferimento alla tutela della riservatezza, alla identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.

Con riferimento ai principi di pertinenza e minimizzazione dei dati trattati rispetto agli scopi perseguiti, le videocamere sono installate in modo tale da limitare l’angolo visuale delle riprese, evitando la raccolta di immagini dettagliate se non indispensabili, ingrandite o dettagli non rilevanti per non consentire la ripresa di tratti somatici delle persone e di qualunque altro dettaglio idoneo alla loro identificazione.

Le immagini non vengono divulgate e/o diffuse.

CONSERVAZIONE DEI DATI PERSONALI:

Le immagini registrate sono conservate per un periodo massimo di 48 ore, trascorse le quali verranno automaticamente distrutte, compatibilmente con le procedure tecniche di cancellazione e backup, salvo eventuali ulteriori periodi legati a festività e/o chiusura degli uffici o in ragione di specifiche richieste investigative dell’autorità giudiziaria o di polizia giudiziaria. 

COMUNICAZIONE DEI DATI:

I dati raccolti ed elaborati potranno essere comunicati esclusivamente per le finalità indicate all’autorità giudiziaria o di polizia che faccia richiesta. I dati personali non saranno in alcun modo oggetto di diffusione. Il contenuto delle registrazioni eventualmente effettuate potrà essere visionato, in via istantanea, dal Fornitore del sistema di videosorveglianza, – all’uopo nominato Responsabile del trattamento ai sensi dell’art. 28 GDPR – in caso di manutenzione dell’impianto, nonché dal personale espressamente autorizzato ed istruito, oltre che dall’autorità che svolge investigazioni difensive in caso di reati o illeciti.

In particolare, il Responsabile Interno per il trattamento di videosorveglianza può registrare le immagini qualora le stesse contengano fatti che possono configurare fattispecie di reato o ipotesi di rischio per la sicurezza pubblica o la tutela del patrimonio aziendale.